Iraq

Tutto l'Iraq federale fino a Erbil. Grand Tour della Mesopotamia fino al Kurdistan iracheno

Dal 9 al 21 Novembre 2024

Quote a partire da

Da € 2.700

Data di partenza

9 Novembre 2024

Data di ritorno

21 Novembre 2024

Durata

13 Giorni – 10 Notti

Accompagnato da

Barbara Provvedi

Viaggio nella Mezzaluna fertile, culla della civiltà antica

Viaggio di gruppo con accompagnatore ZeroConfini e focus sui punti di interesse maggiormente archeologico. Partiremo da Bassora dove si atterra con il volo di arrivo, alle paludi mesopotamiche, passando dalle città sante di Najaf e Karbala prima di esplorare il Tempio di Nabu nell’antica città di Borsippa, toccando poi l’Arco di Ctesifonte a Taq Kasra, Babilonia, raggiungendo poi Baghdad. L’itinerario prosegue a nord verso Samarra, toccando Tikrit, Kirkuk, Hatra e Mosul e l’antica città di Ninive, leggendaria capitale dell’Assiria. Termineremo il viaggio ad Erbil capitale del Kurdistan iraqueno, Regione Federale ed autonoma dell’Iraq.

SABATO 9 NOVEMBRE 2024 
Arrivo in aeroporto in tempo utile, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per Bassora.

DOMENICA 10 NOVEMBRE 2024
Arrivo all’aeroporto internazionale di Bassora, disbrigo delle formalità, ritiro bagagli ed usciti dall’area doganale incontro con il nostro staff locale per il trasferimento in hotel. Check in e colazione. Tour di Bassora, compreso il palazzo di Saddam (museo) e la moschea dell’Imam Ali Khtwa. Successivamente tour nella città vecchia di Bassora: mercato Abdulla bin Ali, Shanasheel, quartiere ebraico, Souq samatch (mercato del pesce), quartiere Saemar, ristorante e caffè Al-Hasson. Se il tempo a disposizione lo permette, gita in barca su Shat al Arab a Bassora durante il tramonto (altrimenti l’escursione è prevista l giorno successivo). Alla Sera visita al Ponte italiano e Corniche street. Rientro in hotel per la cena e pernottamento.

 

LUNEDì 11 NOVEMBRE 2024  
Colazione in hotel. Partenza per Al Qurna dove c’è l’albero di Adamo: questo è un albero che la gente del posto crede sia cresciuto nel punto in cui il Profeta Adamo è sceso sulla terra e dove il ha pregato. Proseguimento fino alle Marshes, le paludi irachene. Visita all’ecosistema unico delle zone umide e scoperta della ricca cultura locale con visita alle mudif (case di canne). Pranzo in un ristorante locale, facoltativo. Successivamente, se il tempo lo consente, trasferimento nella provincia di Maysan per visitare la tomba di Esdra Al Uzair (in alternativa alla visita di Esdra Al Uzair proponiamo la visita al Sito di Eridu e Lagash). Rientro in Hotel per cena e pernottamento a Nassiria.

MARTEDÌ 12 NOVEMBRE 2024 
Dopo colazione, partiamo per le visite della parte archeologica dello stato iracheno: Iniziamo con la Grande Ziggurat di Ur e la visita alla cosiddetta casa di Abramo. La ziqqurat di Ur era dedicata al dio Nanna, dio della Luna e protettore di Ur, in Iraq, è una delle ziqqurat meglio conservate. Le ziqqurat sono i più caratteristici ed enigmatici monumenti della Mesopotamia. La ziqqurat di Ur eretta alla fine del III millennio a.C., per volere del re sumerico Ur-Nammu, sorgeva all’interno di un cortile, nella zona sacra della città di Ur. Era costruita con mattoni di argilla essiccati al sole ed era costituita da almeno tre piattaforme sovrapposte; presentava una base rettangolare di circa 62,5×43 metri ed era alta almeno 25 metri. Oggi, però, la sua altezza si è ridotta di almeno 10 metri a causa dei fenomeni erosivi. Al piano terra erano conservati i raccolti, mentre all’ultimo piano c’era il tempio. La scalinata centrale era utilizzata unicamente dai sacerdoti per accedere al tempio situato in cima. All’interno del tempio, dedicato al dio Nanna, protettore della città, c’era l’altare dei sacrifici. Nel 2016 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Partenza per Samawa.

Tour dell’antica città di Uruk la città in assoluto dove sono stati ritrovati i primi reperti al mondo di scrittura e visita alla Ziggurat Anu. Partenza per Kufa e visita della Grande Moschea di Kufa. Partenza per Najaf. Visita al santuario dell’Imam Ali (serata). Cena in ristorante locale e pernottamento a Najaf.

MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE 2024
Colazione in hotel. Visita al Cimitero di Wadi Salam che è il cimitero più grande del mondo con visita alla Tomba di Ezechiele nella cittadina di Al Kifil, ritenuta da ebrei e musulmani la tomba del profeta biblico Ezechiele, in seguito esploreremo l’affascinante Tempio di Nabu nell’antica città di Borsippa. Pranzo in un ristorante locale, facoltativo. Visita l’antica città di Babilonia: la Porta di Ishtar, la Porta di Marduk, il Tempio di Ishtar di Akkad, la Via Processionale, le Mura esterne della città di Nabucodonosor II e i Leoni di Babilonia. Situata in una pianura fertile a soli 80 km da Baghdad, l’antica città di Babilonia era davvero monumentale e grandiosa. In virtù delle imponenti mura che la circondavano, estremamente massicce e da un fossato che le ‘faceva la corte’. Città della Mesopotamia, situata lungo il fiume Eufrate, fu la capitale del Regno Babilonese nel 626 a.C.. Chiamata nella Bibbia “Padrona dei Regni”, Babilonia fu regnata da Baldassarre ed era una città imbevuta di astrologia e divinazione i cui abitanti si servivano dell’organo del fegato per analizzare i presagi. Visita al vicino palazzo di Saddam Hussein. Partenza per Karbala, ristoro a Chai Kana con preparazione del tè su legno. In serata visita ai Santuari dell’Imam Husain e dell’Imam Abbas. Cena in ristorante locale e pernottamento a Kerbala.

GIOVEDÌ 14 NOVEMBRE 2024 
Prima colazione in albergo. Visita alla storica Fortezza di Al-Ukhaidir, un gioiello architettonico che testimonia l’epoca ricca storia della regione. A seguire: Esploriamo Taq Kasra dove si trova l’Arco di Ctesifonte che ha un’altezza di 40 metri. Costruito di fango, è durato ciò nondimeno quattordici secoli. Pernottamento in hotel a Baghdad. Visita al Santuario di Shaykh Maruf Karkhi e al Mausoleo di Zumurrud Khatun. Cena in ristorante locale a Baghdad e pernottamento.

VENERDÌ 15 NOVEMBRE 2024
Iniziamo la giornata con una deliziosa colazione a Bagdad e successivamente visitiamo il Museo Nazionale Iracheno (circa 3h). Il museo, con la sua eccezionale varietà di manufatti di inestimabile valore, rappresenta uno scorcio ineguagliabile sul passato mesopotamico e sulla storia ed evoluzione sociale, culturale e artistica dell’umanità. A seguito del drammatico saccheggio nel 2003, e dopo lunghi anni di chiusura al pubblico, nel 2015 le autorità irachene, grazie anche alla costante collaborazione italiana, hanno riaperto le porte del museo ai visitatori, un segnale importante in un momento di grave pericolo per il patrimonio archeologico del paese. Gli interventi italiani hanno interessato una significativa riqualificazione e riorganizzazione spaziale, funzionale ad una migliore fruibilità, di alcune importanti ali espositive della struttura museale. Proseguiamo la giornata con un Tour di Baghdad, comprese le statue e i monumenti delle Mille e una notte, Firdos square, Piazza Tahrir, il Tappeto volante, la Statua del salvatore della cultura irachena e del monumento al Martire. Cammineremo per le strade di Kadhimia e poi visita il Santuario dell’Imam Kazem e dell’Imam Jawad. Finiamo le visite ad Aoja. Cena in ristorante locale a Baghdad e pernottamento.

SABATO 16 NOVEMBRE 2024  
Prima colazione in hotel. Oggi visiteremo la Ziggurat di Dur-Kurigalzu, a circa 30 Km a Ovest di Baghdad. Un’enorme struttura in mattoni di arenaria che sorge dalle sabbie del deserto, una struttura creata dall’uomo costruita qui più di 3.400 anni fa dal re Kurigalzu della dinastia Kassita. Dur-Kurigalzu è stata la capitale del regno dei Kassiti mentre governavano su Babilonia per quasi quattrocento anni. Rientro a Baghdad, percorrendo Al Mutanasi street (la via del libro), avremo modo di vedere dall’esterno la Madrassa Al Mustansiriyah. Visita del Copper market e la Piazza Al-Tahrir. Terminiamo le visite alla più antica casa del tè: Shabander.  Visiteremo inoltre molti bellissimi monumenti: la Lampada di Aladino, Shaharzad e Sharayar, l’ Arco della Vittoria (arco delle Mani con due spade incrociate), la Cattedrale latina di San Giuseppe, il quartiere ebraico. Cena in ristorante locale e pernottamento a Baghdad.

DOMENICA 17 NOVEMBRE 2024  
Colazione in hotel. Lasciamo Baghdad per raggiungere Samarra (circa 2,5h) e visitiamo la Grande Moschea e del minareto Malwiyya. La moschea fu costruita nel IX secolo, commissionata dal califfo abbaside Al-Mutawakkil, che si trasferì a Samarra per sfuggire il conflitto con la popolazione locale a Baghdad e vi rimase per i successivi 56 anni. Rimase la più grande Moschea del mondo per 400 anni. Le pareti esterne e l’imponente minareto di 52 metri è ciò che resta di questa grande moschea. Pranzo in un ristorante locale, facoltativo. Visita al Santuario di Al Askari, Qasr al-Khalifa. Partiamo alla volta di Hatra con visita della vecchia città, sosta a Tikrit dove l’ISIS ha ucciso 1.700 studenti dell’esercito. Arrivo a Mosul, cena in un ristorante locale. Pernottamento a Mosul. Mezza pensione con cena.

LUNEDÌ 18 NOVEMBRE 2024 
Dopo colazione, partiamo per le visite di Mosul. Visiteremo la città vecchia e passeremo poi ad ammirare il Fiume Tigri. Si procederà poi alla Chiesa Cristiano Siriaca dove Papa Francesco ha tenuto la messa durante la sua visita a Mosul nel 2021. Pranzo in un ristorante locale, facoltativo. Visita alla Grande Moschea di al-Nuri, alla moschea di Jonah e il Castello di Mosul. Visita al muro di Ninive costruito durante il regno di re Sennacherib (regnante 705-681 a.C.) A fine visite, trasferimento ad Erbil, capitale del Kurdistan iracheno ed antica capitale dell’Impero assiro. sosta alla pasticceria Sherko Sweets, visita alla Cittadella di Erbil e pausa alla Caffetteria Machiko in piazza, giro nel Bazaar. Cena in un ristorante locale e pernottamento a Erbil. Mezza pensione con cena.

MARTEDÌ 19 NOVEMBRE 2024 
Colazione. Partenza per il Monastero di Rabban Hormizd, una serena chiesa cattolica caldea. Successivamente ci dirigiamo verso l’area della cittadina di Duhok, visita all’antico Tempio yazida Lalish e alla diga assira di Sennacherib risalente a 2700 anni fa. Visita al castello di Khanzad. visiteremo inoltre Kirkuk e la sua Cittadella (situata nel cuore della città e offre una vista mozzafiato sulla zona circostante) Dopo aver esplorato la Cittadella, ci dirigiamo verso la vicina città Vecchia di Kirkuk. Questa zona storica ospita strade strette, edifici tradizionali e vivaci mercati. A fine visite, rientriamo ad Erbil. Cena in ristorante locale e pernottamento con rientro a Erbil. Mezza pensione con cena.

MERCOLEDÌ 20 NOVEMBRE 2024      
Dopo colazione, visita della Cittadella di Erbil, patrimonio mondiale dell’UNESCO, e passeggiata nell’incantevole città vecchia di Erbil. Pranzo in un ristorante locale. Visita del Parco Menara, un’oasi urbana incastonata a Erbil. Trasferimento in aeroporto per la partenza. Colazione e a seconda dell’orario del volo previsto per il rientro, cena.

GIOVEDÌ 21 NOVEMBRE 2024
Arrivo in italia e fine dei nostri servizi. 

samarra, iraq, mesopotamia, erbil, kirkuk, paludi, tour operator, viaggio di gruppo, tour accompagnato, tour operator, agenzia viaggi, babilonia, ninive, baghdad, nassiria, bassora
samarra, iraq, mesopotamia, erbil, kirkuk, paludi, tour operator, viaggio di gruppo, tour accompagnato, tour operator, agenzia viaggi, babilonia, ninive, baghdad, nassiria, bassora
samarra, iraq, mesopotamia, erbil, kirkuk, paludi, tour operator, viaggio di gruppo, tour accompagnato, tour operator, agenzia viaggi, babilonia, ninive, baghdad, nassiria, bassora

Quote di partecipazione

Quota per persona in doppia:
Da  € 2.700

LA QUOTA INCLUDE

LA QUOTA NON INCLUDE

FAQ: domande frequenti sui tour in Iraq

E’ necessario il passaporto, con validità residua di almeno 6 (sei) mesi, al momento dell’ingresso nel Paese. 

Nell’ambito del piano di ri-sviluppo culturale ed economico del paese dopo anni di conflitto, l’Iraq federale ha introdotto il visto all’arrivo per i titolari di passaporto di Regno Unito, Unione Europea, Stati Uniti, Cina, Russia, Libano, Canada, Svizzera, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Corea del Sud, Bahrein, Qatar, Kuwait, Oman, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti. ZeroConfini ti aiuterà ad ottenere la documentazione necessaria per richiedere il visto iracheno in arrivo in uno degli aeroporti internazionali del Paese.
Per maggiori informazioni, siete pregati di consultare il sito della Farnesina https://www.viaggiaresicuri.it/find-country/country/IRQ

Per maggiori informazioni sull’ottenimento di visto turistico nel Kurdistan iacheno, clicca qui: https://www.viaggiaresicuri.it/find-country/country/IRQ
https://visit.gov.krd/

 

Nonostante il suo passato insicuro, oggi l’Iraq sta vivendo una stabilità senza precedenti. C’è una grande enfasi sul miglioramento del turismo e sulla riduzione del terrorismo e della violenza, e il governo è impegnato nella protezione sia degli stranieri che dei locali. Riteniamo che sia l’Iraq che il Kurdistan iracheno siano sicuri per il turismo, ma osserviamo comunque tutti gli avvisi di sicurezza che potrebbero sorgere. 

Sì, nonostante la sua storia di leader infami e di guerre, oggi l’Iraq sta tentando di ricostruirsi. Sta sviluppando una democrazia funzionante, completa di tolleranza religiosa e cooperazione internazionale, e viaggiare in Iraq è uno dei modi più efficaci per sostenere il popolo iracheno nella sua missione di ricostruire e ripristinare il proprio paese.

La valuta dell’Iraq e del Kurdistan iracheno è il dinaro iracheno. È ancora una società basata principalmente sul contante, poiché la tecnologia basata sulle carte è stata introdotta solo di recente. Si consiglia di portare con sé banconote in USD nuove e fresche da scambiare. I cambiavalute sono molto facili da trovare e ci fermeremo per aiutarti a cambiare banconote in dinari iracheni.

Nessun vaccino è obbligatorio per l’ingresso in Iraq. Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio, per i viaggiatori provenienti dai Paesi a rischio di trasmissione della malattia, di età superiore a un anno.
Per ulteriori indicazioni in merito a vaccinazioni consigliate, tuttavia non obbligatorie, si raccomanda di consultare il sito https://wwwnc.cdc.gov/travel, nonché il proprio medico. 

Sebbene ci siano alcuni bancomat nelle principali città dell’Iraq, spesso sono difficili da trovare e potrebbero non funzionare con la tua carta internazionale. Inoltre, i cambiavalute spesso offrono tassi di cambio leggermente migliori. Si consiglia di partire per il viaggio, già con i contanti ritirati in valuta USD o Euro.

Sebbene l’Iraq sia un paese a maggioranza musulmana, ospita un’ampia varietà di gruppi etnici e religiosi, come cristiani, musulmani curdi e yazidi. L’Iraq ospita sia musulmani sunniti che sciiti, e questo ha causato in passato notevoli divisioni settarie. Oggi troverai una gamma di diverse pratiche religiose e livelli di religiosità. Nelle città sante sciite come Karbala e Najaf, le persone tendono ad essere più conservatrici, mentre regioni come il Kurdistan iracheno sono più liberali. Tuttavia, nel complesso, l’intero Iraq è ancora più conservatore di molti paesi occidentali.

In generale, l’Iraq è più conservatore per quanto riguarda l’abbigliamento. Sia le donne che gli uomini dovrebbero coprire le ginocchia e le spalle. Va bene che le donne indossino magliette o pantaloni attillati nella maggior parte delle città e non è necessario coprirsi i capelli in pubblico. Tuttavia, nelle città sante di Najaf e Karbala sono richiesti l’abaya islamica e l’hijab completo. ZeroConfini aiuterà le viaggiatrici ad acquistare questi articoli prima di entrare in queste città.

Sì, l’alcol può essere acquistato nei negozi di liquori e nei bar del Kurdistan iracheno e nelle principali città irachene come Baghdad. Tuttavia, gli alcolici non sono ammessi all’interno delle mura delle città di Karbala e Najaf.

In Iraq, il tipo di prese elettriche in uso è principalmente il tipo C (di tipo europeo) e il tipo D (di tipo indiano). Queste prese hanno due pin circolari. Inoltre, può essere presente anche il tipo G (di tipo britannico), che ha tre pin rettangolari. La tensione della corrente elettrica in Iraq è di 230 V con una frequenza di 50 Hz.

Ecco la forma delle prese e i tipi di spine utilizzate in Iraq:
spina elettrica tipo cspina elettrica tipo dspina elettrica tipo g

Ambasciata d’Italia a Baghdad
FOB Fernandez (Tigris Compound)
West Wing – Villa n. 9
Baghdad – International Zone
Centralino telefonico: +964 (0) 750 501 0505 (0606 – 0707 – 0808)
Numero di reperibilità sempre attivo, da usare solo in caso di emergenza: +964 (0) 786 300 18 28
E-mail:[email protected] 
Sito web: ambbaghdad.esteri.it

RETE CONSOLARE
Consolato d’Italia a Erbil (Regione Autonoma del Kurdistan Iracheno)

UB Plaza Building, 1^ piano
Gulan Street, Bakhtyari Area, Erbil
Centralino telefonico: +964 (0) 66 210 1990 – 66 210 1992
Numero di reperibilità sempre attivo, da utilizzare solo in caso di emergenza: +964 (0) 750 8787 807
E-mail: [email protected];  [email protected]
Sito web: https://conserbil.esteri.it/it/

Sì, gli iracheni sono famosi per la loro ospitalità. Non è raro essere invitati quotidianamente da sconosciuti per una cena o un tè a casa loro. Gli iracheni in generale sono molto entusiasti di vedere gli stranieri esplorare il loro paese e probabilmente ti verrà anche chiesto di scattare fotografie con la gente del posto per condividerle con la famiglia e gli amici. 
È importante notare che molte donne irachene sono molto conservatrici e potrebbero essere riluttanti a interagire con uomini al di fuori delle loro famiglie. Tuttavia, le viaggiatrici sono spesso accolte molto calorosamente sia dagli uomini che dalle donne irachene.
In Iraq, il matrimonio è una parte molto importante della vita di una persona, quindi è molto probabile che ti verrà chiesto se sei sposato, anche da perfetti sconosciuti. Se non sei sposato, molti uomini e donne potrebbero suggerirti di sposarti, anche con uno dei loro familiari. Potete sempre riderci sopra, oppure potete anche dichiarare di essere sposati per evitare proposte indesiderate.

13 Giorni – 10 Notti